Aggiornamenti in aritmologia
52 convegno cardiologia milano
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Associazione Silvia Procopio

Studio MADRE: il Dronedarone presenta scarsa efficacia e alta incidenza di effetti indesiderati nella fibrillazione atriale


Il Dronedarone ( Multaq ) è un nuovo farmaco antiaritmico, che è stato approvato per il trattamento della fibrillazione atriale.

Lo studio MADRE ( Magdeburg Dronedarone Registry ) ha preso in esame, in modo prospettico, l'efficacia e la tollerabilità del Dronedarone in un contesto di vita reale.

Lo studio ha incluso 191 pazienti ( 85 donne ) di età media 63 anni con una storia di fibrillazione atriale parossistica o persistente.

Il follow-up è stato, in media, di 14.3 mesi.

Nei pazienti con fibrillazione atriale persistente, il ritmo sinusale è stato ripristinato utilizzando la cardioversione elettrica prima della somministrazione del Dronedarone.

Ogni paziente è stato sottoposto ad ECG standard su base quotidiana durante i quattro giorni prima del trattamento, e nei giorni 7, 30 e 90.
In seguito, i pazienti dovevano sostenere una visita di follow-up a cadenza trimestrale.

Sono stati attentamente monitorati gli enzimi epatici, la creatinina, e la creatin-chinasi.

Nel gruppo Dronedarone il mantenimento del ritmo sinusale è stato pari al 33.5%, e il tasso di recidiva di fibrillazione atriale è stato elevato: 66.5%.

Gli effetti indesiderati si sono verificati nel 31.9% dei pazienti, e nel 22% è stato necessario interrompere in modo permanente l’antiaritmico.

I risultati dello studio MADRE hanno mostrato che il Dronedarone non appare superiore agli attuali farmaci antiaritmici.
Cautela deve essere riservata quando il Dronedarone viene impiegato come terapia di prima linea nella fibrillazione atriale. ( Xagena2012 )

Said SM et al, Int J Cardiol 2012; Epub ahead of print



Cardio2012 Farma2012


Indietro