Aggiornamenti in aritmologia
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
52 convegno cardiologia milano
Xagena Mappa

La nefropatia cronica aumenta il rischio di tromboembolismo nella fibrillazione atriale


La fibrillazione atriale aumenta in modo sostanziale il rischio di ictus ischemico, ma questo rischio varia tra i singoli pazienti con questa aritmia, e gli attuali schemi di stratificazione del rischio hanno limitata capacità predittiva.

La malattia renale cronica è un fattore di rischio cardiovascolare maggiore, ma non è noto se aumenti in modo indipendente il rischio di ictus ischemico nelle persone con fibrillazione atriale.

Uno studio, coordinato da Ricercatori del Kaiser Permanente of Northern California a Oakland negli Stati Uniti, ha esaminato in che modo la malattia renale cronica ( ridotta velocità di filtrazione glomerulare o proteinuria ) influenzi il rischio di tromboembolismo, senza anticoagulazione, in pazienti con fibrillazione atriale.

Durante 33.165 persone-anno, non sottoposte ad anticoagulazione, tra 10.908 pazienti con fibrillazione atriale, sono stati osservati 676 eventi tromboembolici.

Dopo aggiustamento per i fattori di rischio noti per l’ictus e altri confondenti, la proteinuria ha aumentato il rischio di tromboembolismo del 54% ( rischio relativo, RR=1.54 ).

E’stato osservato un graduale aumento del rischio di ictus associato a livelli progressivamente più bassi di velocità di filtrazione glomerulare stimata ( eGFR ) rispetto a una velocità maggiore o uguale a 60 mL/min/1.73 m2: rischio relativo di 1.16 per eGFR da 45 a 59 mL/min/1.73 m2, e 1.39 per eGFR minore di 45 mL/min/1.73 m2 ( P=0.0082 per la tendenza ).

In conclusione, la malattia renale cronica aumenta il rischio di tromboembolismo nella fibrillazione atriale indipendentemente da altri fattori di rischio.
Conoscere i livelli della funzione renale e la presenza di proteinuria potrebbe migliorare la stratificazione del rischio riguardo alla decisione di instaurare una terapia antitrombotica per la prevenzione dell’ictus nella fibrillazione atriale. ( Xagena2009 )

Go AS et al, Circulation 2009;119: 1363-1369


Cardio2009 Nefro2009


Indietro