Aggiornamenti in Aritmologia
Cardiobase
Prevenzione e  Terapia dello Scompenso Cardiaco
Xagena Mappa

GLORIA-AF: registro sulla terapia antitrombotica orale in pazienti con fibrillazione atriale a rischio di ictus


Boehringer Ingelheim ha annunciato il raggiungimento di 10.000 pazienti con fibrillazione atriale arruolati nello studio osservazionale GLORIA-AF, uno dei più ampi registri attualmente in corso a livello mondiale.

GLORIA-AF, il registro globale sulla terapia antitrombotica orale, nel lungo termine, in pazienti con fibrillazione atriale, è parte integrante del costante impegno di Boehringer Ingelheim nell’ottimizzazione della prevenzione dell’ictus da fibrillazione atriale.
Il registro fornirà importanti informazioni, dalla pratica clinica quotidiana, sulla correlazione tra la scelta della terapia antitrombotica e l’outcome clinico dei pazienti con fibrillazione atriale a rischio di ictus.

IL disegno dello studio osservazionale GLORIA-AF si articola in tre fasi ed è stato pubblicato nell’American Heart Journal. GLORIA-AF fornirà dati utili per comprendere come la terapia antitrombotica orale sta cambiando nel corso del tempo e nelle diverse realtà mondiali. Infatti, lo studio osservazionale GLORIA-AF è stato disegnato per aumentare la conoscenza sulle peculiarità del paziente che guidano la scelta da parte del medico del trattamento antitrombotico, come ad esempio le comorbilità ed altri trattamenti concomitanti. GLORIA-AF arruolerà più di 56.000 pazienti con nuova diagnosi di fibrillazione atriale a rischio di ictus, da circa 50 Paesi in tutto il mondo.
Il registro GLORIA-AF inoltre analizzerà gli outcome clinici dei pazienti arruolati e questo potrà essere utile nel comprendere come la terapia antitrombotica venga usata nella vita reale per la prevenzione dell’ictus correlato a fibrillazione atriale.
Il disegno dello studio osservazionale GLORIA-AF si articola in tre fasi:

• La Fase I è stata definita per raccogliere informazioni sugli schemi terapeutici antitrombotici prima della approvazione dei nuovi anticoagulanti orali in numerosi Paesi a livello mondiale, arruolando pazienti da maggio 2011 a gennaio 2013.

• La Fase II, iniziata nel novembre 2011 dopo l’approvazione di Dabigatran etexilato ( Pradaxa ), il primo nuovo anticoagulante orale, raccoglie dati sulla sicurezza del trattamento e le caratteristiche di base dei pazienti di nuova diagnosi di fibrillazione atriale non-valvolare posti in trattamento con Dabigatran o Warfarin.

• La Fase III inizierà anche in Italia a seguito del raggiungimento di una adeguata sovrapponibilità tra le caratteristiche dei pazienti in trattamento con Dabigatran o Warfarin. La Fase III seguirà tutti i pazienti per tre anni per valutare efficacia e sicurezza di Dabigatran verso Warfarin. Verranno inoltre raccolti dati di efficacia e sicurezza relativi anche ad altri trattamenti antitrombotici.

Per rispecchiare il mondo reale GLORIA-AF coinvolgerà pazienti con nuova diagnosi di fibrillazione atriale provenienti da diverse realtà cliniche come ad esempio le cardiologie, le medicine interne, le neurologie e le geriatrie.

La conoscenza sarà acquisita dai medici sperimentatori che trattano i pazienti con differenti terapie antitrombotiche, incluso Warfarin ed i nuovi anticoagulanti orali, così come raccomandato dalle linee guida per la prevenzione dell’ictus nei pazienti con fibrillazione atriale. Ulteriori dati saranno raccolti da pazienti a cui è stato prescritto Acido Acetilsalicilico ( Aspirina ) o nessun trattamento antitrombotico. ( Xagena2014 )

Fonte: Boehringer Ingelheim, 2014

Cardio2014 Neuro2014 Farma2014


Indietro