Associazione Silvia Procopio
American Heart Association
ACC Meeting

Impatto della ipertrofia ventricolare sinistra sul prolungamento dell'intervallo QT e sulla mortalità associata


Il prolungamento dell'intervallo QT all'elettrocardiogramma ( ECG ) è un marker di rischio di aritmie ventricolari e di mortalità per qualsiasi causa.
L’ipertrofia ventricolare sinistra all’ECG è anche associata a prognosi sfavorevole.
I pazienti che soddisfano i criteri di voltaggio dell’ipertrofia ventricolare sinistra all’ECG mostrano spesso concomitante prolungamento dell'intervallo QT.

Uno studio si è posto l'obiettivo di esplorare l'impatto di un forte prolungamento dell'intervallo QT su tutte le cause di mortalità nei pazienti che co-presentano criteri di voltaggio dell’ipertrofia ventricolare sinistra e prolungamento QT all'ECG.

Sono stati valutati 3364 ECG con intervallo QT corretto ( QTc ) maggiore o uguale a 460 ms rilevati dal sistema di alert della Mayo Clinic, nel periodo 2010-2011.

Ogni ECG con intervallo QTc maggiore o uguale a 460 ms è stato valutato per la presenza di criteri di voltaggio dell’ipertrofia ventricolare sinistra utilizzando il voltaggio di Sokolow-Lyon, il voltaggio di Cornell, e il prodotto di Cornell.

I criteri di voltaggio dell’ipertrofia ventricolare sinistra erano presenti in 181 dei 3364 ECG ( 5.3%) con un intervallo QTc maggiore o uguale a 460 ms.

La mortalità nel corso di un periodo di follow-up, medio, di 217 giorni è stata del 13% ( 23 di 181 ).

Indipendentemente dall'età e dall'ipertensione, l'intervallo QTc è stato in grado di predire la mortalità nei pazienti con criteri di voltaggio dell’ipertrofia ventricolare sinistra ( hazard ratio, HR=1.31 per ogni aumento di 10 ms; P inferiore a 0.01 ).

I pazienti con criteri di voltaggio della ipertrofia ventricolare sinistra e intervallo QTc maggiore o uguale a 500 ms avevano una più alta mortalità ( log rank p inferiore a 0.001 ).

In conclusione, l'intervallo QTc era un predittore indipendente di mortalità nei pazienti con concomitante voltaggio della ipertrofia ventricolare sinistra e prolungato intervallo QTc all'ECG.
La mortalità è risultata più alta nei pazienti con intervallo QTc maggiore o uguale a 500 ms.
Il prolungamento dell'intervallo QT all’ECG con concomitanti criteri di voltaggio dell’ipertrofia ventricolare sinistra dovrebbe essere impiegato come un indicatore significativo di aumento del rischio di mortalità. ( Xagena2014 )

Haugaa KH et al, Heart Rhythm 2014; 11: 1957–1965

Cardio2014



Indietro